Archivio mensile:novembre 2005

Disclamier

Fatti o eventi non dipendenti da DvD (me medesimo), fra cui quelli dovuti a puro titolo esemplificativo, ma non limitativo, a cause di forze maggiori:

atti di autorità pubbliche nell’esercizio del proprio mandato, rivolte, scioperi o altre dispute sindacali, piraterie, insurrezioni o disfunzioni delle reti di trasporto aereo o terrestre causate da fenomeni atmosferici o calamità naturali potrebbero influire sui tempi di consegna.

In tali situazioni, se detti termini non potranno essere mantenuti, DvD (sempre me medesimo) non potrà essere considerato inadempiente e quindi legalmente perseguibile.

Questa l’ho trovata nel tracking di TNT, però mi piaceva tanto e l’ho messa pure qui.

Appunto personale [1]

La politica lo esige, come la passata New Economy, il music e lo show biz: devo scrivere una cazzata qui a fianco che descriva me medesimo.
Mentre elucubro stupidaggini, devo ricordarmi di sottolineare questo skill (se dici “capacità” non sei un cazzo):

“abile dilatatore del tempo, a parità di quest’ultimo non fa di più o di meno, meglio o peggio…… solo tutto all’ultimo momento!”

Sul “meglio o peggio” però…

So many ideas, so little time (and rows)

A parte essere una banalità e al tempo stesso la drammatica realtà, mi è appena venuto in mente cosa potevo scrivere dietro all’iPod.

“Whose Cuisine Reigns Supreme?”
e sotto
“Alè Cuisine!”

Sempre che si scriva così. Ma si scrive così, ho controllato… altrimenti Google a che serve? 🙂

Oppure
“Iron chef”
“Mario Batali”

Oppure
“Paul Gilbert”
“Nuno Bettencourt”

Oppure… eh ma ormai. Quando mi potrò comprare il prossimo lo faccio fresare da un fabbro.
Proponete altre combinazioni

Powerbook saga [updt 1]

Vi tengo aggiornati, anzi vi aggiorno su Apple che mi aggiorna.
Mi danno dai 3 ai 7 giorni per la spedizione.

Finora tutto regolare.
Stiamo zitti va.
…still burning for rock!

Rendo altresì noto che, dopo mesi di fermo, mi sono rilanciato nello scaricare serie TV americane, perchè una volta arrivate qui, non dicono più nulla.

Avevo visto tutto “Joey” e scopro che è partita la seconda serie.
Di “Lost” ne parlano troppo bene, quindi mi sto portando avanti.

Ovviamente a Breda di Piave non c’è l’ADSL e… avete capito. Chi può aiutarmi e usa 4 MBit solo per scaricare la posta, posso forwardare links ED2k.

Arriverà il giorno……

E alla fine l’ho fatto

No, non ancora.
Quello che pensate voi arriverà tra poco.

Mi riferivo ad un commento su sito di Grillo. Volevo fare un post già la settimana scorsa, ma dopo aver visto Report, essere andato in mensa oggi e aver fatto 2+2 e alla fine aver letto appunto il post di Grillo, mi sono detto “e fanculo, commento lì…”.

Il mio commento è questo.

Tutto quello che volete: questo sarà un bloggettino easy e sinceramente vuole esserlo. Mi permetto di ritagliarmi un angolo dove penso ai cazzi miei, senza che la coscienza mi roda dentro. Semmai ci saranno post. Intanto ho mosso il mio impegno sociale con un commento.
Però si potrebbe dir… nononono! Farei un papiro che ora non mi va.

Ormai l’abitudine ha corroso l’Italia. Altro che periferie francesi.
Qui tra un pò sono cazzi acidi per tutti. Spero solo succeda anche qualcosa che cambi in meglio.

Per le frivolezze: si ho preso il Powerbook e l’iPod. Fanculo. Per altri 4 anni me ne starò zitto.
Ma conto di avere un lavoro decente. Magari una famiglia.
Una famiglia da crescere in questo stato di merda?!!!?

Oh cazzo…… non se ne esce.

Records of our life: “III Sides to Every Story (1992)”

Dovevo farlo. E soprattutto dovevo cominciare con questo.
Tutti noi cresciamo con la musica, che piaccia o meno, tutti abbiamo il nostro background. La musica è la miglior macchina del tempo. Che sia una canzone noiosa, tipica da tormentone estivo, o quella con la quale avete dato il primo bacio, in qualsiasi caso la musica ci riporta indietro, scatta una foto ai vostri neuroni e quando serve vi presenta non solo l’immagine, ma la sensazione.
Lasciando da parte per un pò il trascendentale e filosofico aspetto che una manciata di onde sonore bene assestate può dare, volevo cominciare a parlare un pò dei dischi che più ho amato. E che amo.

Continua a leggere

E bravo “** *****”, il friulano

Alberto Mucignat

32 anni, friulano, vive a Roma da 5 anni. Lavora come project manager e IT supervisor in una web agency del gruppo SMG. Nel tempo libero si dedica alla fotografia e alla natura.

Testo modificato causa puntualizzazione

Però ora è un business man, tecno guru del web (che ricordiamo essere morto… 🙂 ) e soprattutto filosofo.
Dice pure cose interessanti ed utili!

Consigli per risolvere i problemi

Come ho detto nel commento, bravo… quasi quanto tuo fratello! 🙂

Parole sante

In music, as we get better, it is harder for us to enjoy music.
It is harder to listen to many songs that are made today because we can sense things that most nonmusical people don’t know or think about (like why all the latest bands all sound alike). Most people don’t care. They’re just hearing music they love.
As much fun as it is to break down other music, stop.
Stop talking about how terrible the industry is.
Stop talking about how untalented a band is.
Stop talking about how you could play everything that one band could play so easily.
Stop stroking your ego.
If people love that style of music then those musicians are doing something right.
Analyze. See if you can find something that you can use for yourself.

Songwriting Tip of the Day for November 10, 2005, from Harmony Central – All rights reserved.

Un giorno…

… tutto questo sarà mio.
iPod 30GB Fall 2005 E non lo dico perchè mi sono fatto di storie incredibili e vaneggio.
Non lo dico perchè ho rapinato una banca. Non è che ci navigo tra i soldi e quella fottuta università costa più di una barca a Portofino (con l’unica differenza che col cazzo che stai con le chiappe di fuori di giorno e festini trendy di sera).

E’ solo arrivato il momento. Il caro iBook se ne sta facendo una ragione, ormai sa che quello che doveva dare, l’ha dato. E’ stato onesto e affidabile. Ma ora deve lasciare spazio ai giovani, alle nuove leve.

Il Powerbook 12″, sogno proibito per anni, diventa necessità. Le specifiche sono state delineate. 100GB di disco, 768MB sull’unghia (cari amici consiglieri, alla fine comprati da loro 512MB non sono un’esosità e per un pò non mi rompo il cazzo a cercare su E-Bay, che è anche meglio, altrimenti trovo qualcosaltro di incredibile da comprare…)
Powerbook 12 Fall 2005
E che ci sta a fare li un iPod?
Bhè quella volta ogni 5 anni che c’è uno quantum leap tecnologico, me lo gioco per bene.
A me serve un lettore mp3 e ne sto cercando uno da troppo tempo. La scelta prima era integrare tutto nel telefono e andare di SonyEricsson K750i, ma costa ancora troppo per un massimo di 2GB su MemoryStick.

Allora fanculo tutti, mi tengo quello che ho, bypasso il trip di avere una barretta di RAM con sopra una clickwheel e uno schermino (leggi iPod Nano) e per 50€ in più mi tolgo il sasso dalla scarpa.
Almeno queste sono le previsioni a tutt’oggi. Se poi avete un K750i da regalarmi, parliamone.

Poi ci sarebbero altre due o tre cosette, ma meno vicine nel mio personale spazio tempo.
Photos from Apple.com website.
Copyright © 2005 Apple Computer, Inc. All rights reserved.