Armi di distruzione di massa

Niente paura, o forse un pò.

Mi dovevo fare una doccia e mi sono lanciato alla ricerca di qualche prodotto per lavarsi che non fosse detersivo per piatti, e mi ritrovo un qualcosa della Nivea.

Orbene. Tempo fa, lessi (sto usando un passato… con il nome di un cane) riguardo ai cosmetici comunemente in vendita, i quali senza tanti complimenti, sono costituiti da svariate sostanze tossiche.
Ma tranquilli, per legge sono “sicuri”. E quindi vendibili.

Uno studio di ricerca invece (Enviromental working group – EWG), che per qualche ragione se ne fotte che siano solo “legalmente” sicuri, su una cosa come 16.000 cosmetici, ne ha trovati un centinaio di potenzialmente accettabili. E ha fatto un database con opportune analisi e campi di appartenenza.

Tutto questo molto probabilmente non vi interesserà, ma dato che spero vi laviate, forse è arrivato il momento di leggere le etichette e farsi la propria coscienza d’acquisto. Vale anche per altre cose, ben inteso.
Poi sono anche cazzi vostri, ma sempre più il menefreghismo ha dato segno di non essere così appagante sulla lunga distanza.

Link : EWG, dove potete cercare un pò di informazioni.

Ah… ricordo le mail terroristiche sui componenti degli shampoo e relative mail polemiche a seguire: non voglio insegnarvi nulla e tanto meno rompervi il cazzo, solo un consiglio. Poi magari, come dice Pappalardo (che adoro), “…che sbadiglio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *