We (was) were so lost, we (was) were so happy

We were so lost...

Decorre in questi giorni un anniversario.
Giusto l’anno scorso io e il mio compagno di avventure musicali (che mi ha addirittura seguito in una famosa chiamata all’ultimo momento per gli Europe in Francia 2004) tale Marco D’Andrea, detto Da, detto Takaya Todoroki, detto MP and so on, eravamo in giro per gli States.

Ma non gli States e basta, non nel mid west fatto di mandriani e corpulenti personaggi, non nella luminosa East Coast, per la quale l’agente della dogana mi chiese “First time in United States? Ever? Never been before even in New York?”, non nell’umida e soleggiata Florida, ma a Los Angeles.

Cari miei, è già un fottutissimo anno.
E io ci devo tornare, ho dei conti in sospeso con il music business laggiù. Devo tornare anche a trovare “The mystical italian engineers army” nella landa desolata della Silicon Valley.
Devo ritrovare quel posto in mezzo alle montagne dove una fetta di torta alle mele costava 20 cents e una torta di noci 14$.
Devo fare tante cose e come al solito me ne riescono poche.

Per fare ciò devo finire sta merda di studi, ritornare in possesso di una busta paga, soldi e autonomia. Magari trovare anche un modo per stare la, con una tappa anche dove dico io.

Fattostà, che io e il Da, l’anno scorso, a quest’ora, stavamo girando come dei dementi in quegli isolati in figura, uscendo dalla 405 in basso a destra e cercando di arrivare in Richland Av. in alto a sinistra. O tentavamo il furto della nostra stessa auto.

4 pensieri su “We (was) were so lost, we (was) were so happy

  1. elisa

    ciao! Grazie del passaggio nel mio blog! Amelie è in assoluto il mio film preferito, come per te, è la dolcezza fatto essere..

  2. DA

    Mi mancano gli In’n’out, mi mancano le chitarre JJ a un prezzo che sara’ duro rivedere, mi manca lo sclero nel trovare un tempio Maya dedicato all’elettronica di consumo, mi manca il clam chowder di quel molo di S. Francisco, mi manca il Saloon e Johnny Nitro e la maiala (July?) del ghe sbOregon.

    Mi mancano Daniel che sbocca sui piedi del sosia di Snoop Dog tutta la colazione del Coffee Bean, Mara e Martina che guardano con noi il Food Channel e Marco Brunetti che magna l’impossibile alla Casa Garcia di Anheim.

    Mi manca tutto meno il Parking Violation Bureau di L.A., cioè questo:

    http://www.lacity-parking.org/laopm/payment.htm

    Che si trova qui: West Los Angeles – 9911 West Pico Blvd, #B-201.

    Torneremo.

    E basta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *