Se avessi banda

SabatonotteMi rendo conto di essere ripetitivo, lo so, ma non posso esimermi dal segnalare l’ultima genialata di Macchianera e soci.

L’oggetto di tale post arriva, manco a dirlo, dal fatto che nel Nord-Est che non lavora più e solamente ostenta, dove vivo, la possibilità di ascoltare radio on line e scaricare qualcosa poco più grande di 3 o 4 mega è utopia.

Io, in quanto adoratore di quel blog e comunque dello stile (dall’epoca di Clarence etc..) avrei voluto ascoltare Sabatonotte, sabato notte, ma non potevo. Mi sto ascoltando ora il podcast.
E guarda un pò, è una bella trasmissione. Molto bella. Non perchè mi senta di parte. E’ proprio oggettivamente bella.

A parte esserci il trio magico Neri – Bordone – Sasaki.

A parte voler definire marcatamente il cazzeggio feriale di altre trasmissioni (sempre con stile) con questo appuntamento del sabato. Ci vuole un pò di varietà, in tutti i sensi.

A parte essere organizzato con temi degli autori o proposti da coloro i quali fornisconoi suggerimenti via mail (o seguono in diretta). E questi temi trattati con scanzonata precisione e competenza. E se non fosse di competenza, meglio, lo ammetterebbero e si dimostrerebbero sempre splendidi.

A parte farmi veramente ridere.

Ecco a parte tutto questo, io la sto ascoltando ora, in ritardo. E in ritardo ve la segnalo.

Tutti e tre spettacolari. Così tutti quanti avremo qualcosa di cui NON vergognarci durante il fine settimana, da raccontare il lunedì.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *