Lost Teoria numero mille…

…paraponziponzipò!
Ormai si sprecano e si sentono ovunque. Più puntate vedi e più cose la gente pensa. Hanno fatto addirittura un sito automatizzato per sfornare teorie riguardo alla sceneggiatura di Lost, il perchè e il per come delle cose che accadono in quell’isola dimenticata, popolata da dimenticati.

Io, nella mia sapiente arte di modulare il tempo a favore del nulla, mi permetto di buttare sul piatto la mia personale visione che non interesserà nessuno (giusto e fate anche bene), ma la voglio lasciare scritta giusto per vedere di quanto sbaglio, una volta svelata la o le verità.

Partiamo da un concetto chiave: io non voglio la verità di Lost e nemmeno unirmi all’esercito di studiosi della cosa. Dato che mi affascina, come molti, voglio fantasticarci sopra. Easy to go.

Mi pare superfluo sottolineare, ma lo faccio, che se non siete arrivati all’ultima puntata della seconda serie, avrete dei non curanti spoilers d’ora in poi, quindi fermatevi in caso.

Dal mio personalissimo punto di vista, le cose che mi lasciano più domande, magari legate anche ad altro, tutt’ora sono:

  • come sia guarito Locke (e questo da sfogo a tutte le altre domande, ma a me piace lui, quindi riassumo con lui)
  • di cosa è fatto il Mostro o sistema di sicurezza dell’isola
  • come sono arrivati gli altri e soprattutto chi sono
  • perchè gli altri agiscono così
  • perchè i bambini sono così necessari, tanto da uccidere
  • perchè c’è distinzione tra i buoni da salvare e altri no
  • Widmore e Hanso cosa c’entrano?
  • Come sia arrivato lì un aereo dalla Nigeria
  • cosa si nasconde in genere

Piccola selezione quindi. Tra le svariate domande, la risposta a queste almeno sbloccherebbe altri misteri.

Ora, teoria.

Questa pulsione a mettere insieme le cose è abbastanza inutile quando tutto è in mano a due produttori che possono fare quasi quello che vogliono in ogni momento, soprattutto con milioni di spettatori sparsi per il globo, ma il ricordo di un film (“Vanilla sky” e a sua volta prima “Abre los ojos”) mi ha fatto fare qualche collegamento.

Perchè potrebbe riverlarsi realistico? Perchè è fottutamente semplice e si sa che le cose troppo complicate poi non prendono.

Nei film in questione c’è un argomento drammaticamente vicino a Lost: la o il “Life Extension”, cioè una tecnologia del domani per cui ti congelano ora e poi, quando la scienza sarà pronta, ti scongelano, ma nel frattempo di fanno vivere la vita che vuoi tramite controllo della mente.
Fermi tutti.
E’ una cosa che cosa cara, questa estensione, in termini monetari e diventa interessante per coloro i quali non vogliono o possono stare a questo mondo.
Ottimo. Hurley è pieno di soldi e sul groppone un tristissimo ricordo. Jack magari meno ricco, ma le cose non gli vanno bene. Charlie è una rockstar tossicomane. Locke ha avuto modo di avere dei soldi e viene truffato dal padre il quale gli ha rubato un rene. Jin e Sun hanno alle spalle una famiglia potentissima e non poche tristezze.
Rose stava morendo. Sawyer è un truffatore che ruba un sacco di soldi. Desmond li ha ricevuti direttamente da Widmore. Walt era di famiglia abbiente.
Questi sono i nostri “eroi”, i primi naufraghi la la serie vuole farci portare nel cuore, più o meno.

I miei neuroni fantasticatori hanno quindi messo insieme un’isola vanigliata: facciamo finta che tutti questi personaggi, in un momento qualsiasi dopo TUTTI i flashbacks entrino in contatto con il sistema Life Extension.
Ideale sarebbe introdurli tutti in un sogno parallelo di gruppo.
Questo è supportato dal fatto che quasi tutti hanno visioni, spesso legate al passato, come fossero anomalie del sistema.
Sarebbe anche scontato, dato che in un episodio è lo stesso amico di Hurley a dire che è tutto un sogno e per liberarsene dovrebbe gettarsi, proprio come nei film citati.
Senza contare che in molte puntate della prima serie, tutte iniziano con un occhio che si apre, esattamente come i finali di “Vanilla Sky” e “Abre los ojos”.

Allora si scatenano non tanto altre domande, ma possibili adattamenti, che spiegano molte cose.
Per esempio che Bernard abbia dato a Rose la possibilità di vivere, ma non riuscendo a stare senza di lei è entrato dopo nel sistema. Libby e Ana Lucia arrivate dopo e morte insieme, potrebbero essere delle accompagnatrici. Il finto Henry e gli Altri vittime di un’anomalia che non permette a loro di uscire dal sistema.
Perchè c’è da dire che il sistema vive su i ricordi passati delle persone, ma se non hai abbastanza ricordi, non puoi crescere nella vita estesa.
Ed è qui che è bambini diventano importanti. Loro non ci dovrebbero essere nel sistema. Il cane diverrebbe un’anonima sentinella.

Ammetto che certe cose le ho lette in altri siti, ma io cerco di incastrarle in questa sede.

Quindi insomma, l’isola non è reale. E per conservare i corpi, quale posto migliore dei ghiacci perenni.
Quale modo migliore per Widmore, dare un sacco di soldi a Desmond per sparire e rifarsi una vita lontano da Penelope, che alla fine sta cercando qualcosa e non si sa se sia “un luogo” o Desmond o tutti e due, sapendo dei traffici del padre.
Si spiegherebbe perchè Michael e Walt, quando troveranno soccorso, non potranno più tornare.
Forse l’aereo e il viaggio sono il punto di contatto, il momento in cui il sistema incrocia le vite.
Si spiegherebbero le guarigioni.
Sicuramente qualcosa nel procedimento è andato storto precedentemente e questo sarebbe il sale di tutta la storia, il quale si innerva nelle storie di tutti.
Si spiegherebbero i sogni rivelatori o le visioni del passato. Si spiegherebbe perchè il Mostro usa immagini del passato.

Resterebbe il grande dubbio del perchè questa gente e in quale momento sono entrati consci o meno nel sistema.

Poi alla fine, chi se ne frega. Ma è bello ogni tanto farsi i “wannabe producer” su dei successi altrui.

5 pensieri su “Lost Teoria numero mille…

  1. Riccardo

    Dati i tuoi numerosi “il sistema…”, non è che i tuoi studi universitari stiano avendo la meglio sulla tua mente?
    E comunque, a quali “immagini del passato” del Mostro ti riferisci?
    Ciao

  2. DvD Autore articolo

    Diciamo pure che l’ho scritto stanotte e in velocità. Avrei potuto anche tenermelo lì come bozza e pubbliccarlo corretto e scritto decentemente, ma sai com’è… volevo condividere il pensiero, poi a sistemare le cose, dato che non c’è nulla di vitale, si fa sempre a tempo.

    Cmq i miei studi universitari hanno già preso possesso di me in tutte le forme, vitali, monetarie, sentimentali, ma tra un pò mi riprendo indietro qualcosa.

    In ogni caso, non saprei come chiamare altrimenti il… Sistema. Magari con la lettera maiuscola sta meglio.

    Le immagini del passato sono quelle di Eko quando guarda fermo la “Nube Nera”. Se guardi quei fotogrammi, si vedono immagini del passato di Eko. Similarmente Locke dice che ha guardato nell’occhio dell’isola e quello che ha visto era bellissimo, probabilmente parlava di Helen. (questa devo averla letta, ma è verosimile con tutta la menata che ho scritto)

  3. Zampy

    …questa teoria è molto interessante, e in effetti non fa una piega, e collega molti aspetti… ma la domanda è…
    … E I NUMERI CHE CAZZO C’ENTRANO!?? 🙁
    4 8 15 16 23 42 ?

  4. DvD Autore articolo

    alice: c’è poco da spiegare… è tutta carne al fuoco per la terza serie. Quello che si vorrebbe capire, è ancora nel buio. Come detto le teorie si sprecano.. quindi, meglio che aspettiamo e ce lo godiamo con calma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *