Giorno 2: Vicolo Pastori 1 chiude

Il primo giorno di festa è andato abbastanza tranquillo.

Prodigatomi la mattina alle 5 a svuotare il frigo e verso l’una a fare l’insalata di riso, i festeggiamenti sono iniziati verso le 14, quando con una birra io e Gian abbiamo fatto colazione.
Quest’anno, il prototipo n. 14254/b della torta di riso perfetta di mia madre, si è avvicinato come mai prima, al prodotto perfetto.
Poi un secchio di spritz.
Poi arrivano i primi ospiti.
Portando altri dolci.
Ciambella di riso soffiato agglomerato con Mars fuso: criminale quanto apprezzato.
Torna di riso “alla Zampieri” tipo pizza al taglio. Buona.
Tiramisù di Laura (con sapiente cacao amaro): un tiramisù è l’asso di Danari di una festa, resta un classico che non rimane mai.
Zuppa inglese che aveva un nome preciso, ma non me lo ricordo.
E ricordo che c’era l’insalata di riso e altre tonnelate di roba, che stasera per la partita saranno utili.

Serata al Radio Sherwood in quel dello Stadio Euganeo per birra alla luce del concerto di Giuliano Palma.

Per stasera… abbiamo il video proiettore, se Gian si alza e va a prendere il cavo. Altrimenti mi sa che il pomeriggio passa a fare un’altra MacGyverata.

Venite e prendetente tutti… no forse è troppo epico così.

2 pensieri su “Giorno 2: Vicolo Pastori 1 chiude

  1. Vale

    guarda che il (dolce al (mars)^n)^n non lo faccio mica per il primo che passa quindi vedi di non sparire ora che te ne torni alle fonti d’acqua pura del trevigiano! 😀

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *