Però se vinceva il Ghana…

… sai che ridere.

Va bene si, siamo Campioni del Mondo. Figata. Bellissimo. Giri per strada, vedi una strafiga dalle tette meravigliose oppure uno ubriaco da 3 giorni, è uguale, ci si guarda negli occhi con fare fraterno, come ci conoscessimo da una vita, ti urli “siamooo caaaampioooni deeeell mondooooo” ed è tutto divertente. Puoi anche abbracciarti, ma tra i due non preferisci quello ubriaco.
Lo ammetto, è bello vedere Treviso INVASA in una maniera inarrivabile nemmeno dal famoso raduno degli alpini.
Da anche un pò di orgoglio, l’altra volta avevo 6 anni ed ero al mare in Croazia: posto che non me ne rendevo conto bene, festeggiavi si, ma non in patria. Stavolta però.

Le ultime 3 partite sono piaciute e hanno intrigato pure me che il calcio fa cagare, o forse mi fa cagare tutto il “sistema calcio” che c’è dietro. Guardacaso, ora con tutte le rogne possibili del sistema calcio, la Nazionale, gioca a calcio, vero, sofferto e divertente. E sono io a dire ste cose, è incredibile.

Io che condivido un ulro in centro a Treviso che fa più o meno “Ringhiooooo Gattusooooo, vogliamo Ringhiooo Gattuso….” oppure “Cannavaro alè alè”. Me ne capacito a tratti. Ma è sacrosanta la loro performance, strepitosa.

La sensazione è bella. Forse la provocazione di incitare il Ghana, meglio conservarla anche tra 4 anni.
Tutta questa festa, gioia e tripudio però è nulla rispetto al tipo in BMW che stava festeggiando ieri sera in Piazza Filodrammatici, a Treviso.
In una città in totale delirio, gente ovunque, petardi, bandiere e bottiglie, questo stava leccando quella ad una tipa sui sedili posteriori del BMW.

E c’è chi per festeggiare rivolta i cassonetti.

Oh.. siamo i Campioni del Mondo, ma restiamo un paese indietro, non è che adesso perchè siamo Campioni del Mondo (di Calcio) ci dimentichiamo che il resto va a zoccole eh…

Questa però è impareggiabile.
...forse era meglio l'Inter

ma anche questa non scherza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *