Ovvietà e novità

Partiamo con le ovvietà.
Ci sono poche cose veramente, ma veramente belle e per cui internet valga la pena di essere usata. E ve lo dice uno che la usa da parecchio.
In almeno 13/14 anni di utilizzo, alla fine, sono poche le cose per cui pensandoci ti viene da dire “Cazzo, per fortuna hanno inventato sta cosa…”.
Se consideriamo Internet come mezzo di trasporto, allora per prenderla larga, vanno citati i due servizi che più sono entrati nelle viscere della gente: e-mail e web.
Sorvolando sull’e-mail, il web si è rivelato essere un ulteriore veicolo di differenziati utilizzi, sempre più multimediali.

Da qui allora, si passa a valutare quello che c’è dentro il calderone, che non sempre è così ovvio.

Evito di sottolineare ulteriormente il mio fanatismo per E-Bay, tanto lo sapete già e credo non abbia nemmeno tanto bisogno di spiegazioni.
E’ stata un’idea fenomenale, nel momento giusto con il mezzo giusto. E’ un meccanismo talmente alla base delle NUNV (Necessità Umane Non Vitali) che sembra impossibile solo immaginare come si poteva fare senza. Anni dopo IconMediaLab mi pare, la casa madre svedese, proponeva un meccanismo web considerato “rivoluzionario” che prevedeva un’offerta di gruppo per determinati beni, più si era, meno costava.
Era il 2000 e il millenium bug era già bel che dimenticato.
Non mi pare abbia avuto molta fortuna questo ulteriore meccanismo di commercio di massa globale, anche perchè non mi ricordo come si chiama!! 🙂 Questo a sottolineare come l’essenzialità dell’idea di E-Bay sia imbattibile a fronte pure di una robusta struttura che permette a chiunque di trovare qualunque cosa ad un prezzo interessante, quasi sempre (se scavi e ti impegni un pò).
Questa la prima ovvietà.

Poi… più ci penso e più sono riluttante nel proporre una cosa come essenziale e incontrovertibilmente creatrice di dipendenza attraverso Internet.
Sarò vecchio, sarò annoiato o sarò semplicemente un cazzaro, ma giuro, fino a poco tempo fa non c’era niente che potesse veramente entusiasmare, se non per pochi giorni.

Allora uno ci pensa di più. E quando ci pensi di più, non è un bene.
Pensi agli anni che sono passati e a quei periodi che sono stati il fulcro dell’utilizzo della rete. Per essere precisi, con qualche anno di ritardo dal vero epicentro sviluppatosi negli USA.
Ti passano per la mente quelle ore passate a fare encoding MP3 dei tuoi CD per passarli al tuo amico dall’altra parte dell’Italia (circa il ’96). Momenti strani ad aspettare la magia di un pezzo di plastica di 12cm diventare un file accettabilmente grande da essere trasferito con una banda di una cucchiaiata di bps. Quello si è stato un bel salto.
L’mp3 così tanto criticato ora, ma così radicato in qualsiasi marchingegno abbia un processore.
La diatriba tra WinPlay, WinAmp e Sonique.
Quel effetto di “acquosità” delle alte frequenze.
La vittoria sull’ATRAC e il MiniDisc. (Ben ti stà Sony, così impari a fare la saccente e superiore…)
Di per sè quindi, la grande diffusione dell’mp3 è appunto dovuta all’incremento sostanziale dell’uso di Internet, quindi è approvato.

4 pensieri su “Ovvietà e novità

  1. kam

    Ascolta biondo , ti leggo … apprezzo e condivido buona parte delle cose che hai detto , mi hai addirittura reso uno Switcher ( o almeno in parte … visto che ZioBillOS non lo usavo già da un bel po’ ).
    Ho nostalgia anch’io di una rete che non esiste più … ma che caxxo ! L’abbiamo vissuta o no ? Non è quello che infine conta !
    E allora buttiamoci a capofitto in quello che sta venendo … sto benedetto 2.0 … ci sto mettendo del tempo a capirlo … non tanto dal punto di vista tecnico … quello si impara come qls altra cosa …. ma le sue sottili implicazioni sociali.
    Flickr èuna delle prossime tappe su cui voglio passare … ma c’è un universo immenso ancora da conoscere … ti butto sto link : http://www.programmableweb.com/
    Mi ha dato quel momento di “estasi” che descrivevi tu … quella “willing suspension of disbelief” \cite{Colerdidge:letters} …
    Se le cose viaggiano più veloci di noi … è ora di dare di polso sull’accelleratore … e pace per gli apostrofi rosa tra le parole Intro e ti ho già Skippato.

    Alla fin fine anche sta roba è solo rock’n’roll … ma ci piace.

    Tschuess

  2. kam

    …ah e tra parentesi … metterei tra le cose notevoli le Veramente Semplici Sindacazioni ( 0_= )… senza le quali non riuscirei a Scannare Zilioni di informazioni quotidianamente ….

  3. kam

    … e tra le cose che non sopporto il twittering …

    Bob:” esce il cane e lo piscia”
    Alice :” depilazione”
    Mallory :” Mi metto in mezzo …”
    ….

  4. GiovanniG

    … nel frattempo (che non ci vediamo/sentiamo):

    sono diventato endorser GWT che trovo davvero divertenti… il 31 maggio andrò a londra al Googleday… sono anche io un assiduo utilizzatore di googletalk: qual’è la tua gmail? ;P

    So che te lo stai chiedendo: no… non stiamo aspettando nuovi nascituri! ;D

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *