Archivio mensile:maggio 2007

Dal 3 al 29 Maggio 2007

In questo lasso temporale ho percorso:

  • Göttingen – Francoforte e ritorno : 250km, volevo dire 500, ecco perchè poi ho approssimato per eccesso la somma che non tornava
  • Göttingen – Hannover e ritorno : 260km
  • Dato che c’avevo preso gusto ho rifatto Göttingen – Francoforte e ritorno : 250km, come sopra
  • Göttingen – Treviso via autobahn 7 – Fernpassun – Brennero – Val Sugana – Feltre, un classico : 1000km
  • Treviso – Roma via Ravenna – Orte e ritorno via ss77 – Ancona – Rimini – Ravenna etc. : 1300km
  • Kilometri bonus in loco a Treviso, facciamo un 300
  • Treviso – Göttingen via Garmisch-Partenkirchen – Monaco – autobahn 8 e 7 : 1030km

Uno fa due conti e vien fuori un 5000 km più o meno. Totale raggiunto 132200km. Praticamente ho vissuto al volante. E non ho contato quelli fatti con li furgone durante il trasloco.

Nessuno ha bisogno di un servizio spedizioni nel nord Germania, che almeno faccio fruttare i miei spostamenti?

Silently (…”Lost” is going to showdown)

That’s right. Silently.
To you, dear reader and/or friend, nothing seems different. This, for a little while.

But under the hood, the roots now are different.
Wordpress.org did its best to change the game once again, but I didn’t care so much about.
When I was ready to upgrade, the brand new 2.2 version came out.
Finally, here we go: a new shiny upgrade to WordPress 2.2. Pretty much the same, isn’t it?
Wait until the new template will come. Meanwhile, just minutes before new Lost’s secret will be revealed, I want to point out my theory, yet discussed months ago.
Continua a leggere

La magia del doppino ritorto

Avete presente i trailers cinematografici di film d’azione? Quelli in cui ci sono dei flash, scene invertite, suoni fragorosi per accentuare certi momenti.
Benissimo.
Con gli avvenimenti degli ultimi giorni potrei farci un trailer.
Perchè per farci un trailer, poi ci vuole il culmine, il momento di stasi e delicatezza, il rallentamento e il dubbio, prima del colpaccio finale.

Stanotte c’è stato il colpaccio finale, ovviamente, come in ogni buon trailer, inaspettato.
Più o meno come la notte in cui compri su E-Bay senza volerlo.

Verso le 23, stavo per andare a guardare un pò di televisione tedesca che da tante soddisfazioni e riguardo alla quale io non posso esimermi dal descrivere.

Nel tragitto verso il soggiorno, mentre fuori la tempesta arrivava (molto cinematografico…), lo vedo lì. Da solo.
Spento, con un cavo penzolante.

Il router di 1&1 (EinsUndEins), arrivato stranamente puntuale in un solo giorno con il corrirere GLS, il quale non gode moltissimo della mia stima e vi dirò in altra sede perchè.
Lui è lì, tutto nero come Calimero. Per e-mail e lettera cartacea, so per certo che sarà lunedì 14 il giorno in cui mi attiveranno la connessione e i tedeschi si sa, non sono proprio dei buontemponi che fanno le cose fuori dagli schemi: cazzo, se è lunedì è lunedì.
Ma domenica notte, Calimero mi guarda e mi dice “Accendimi dai, fai una prova…” e tutto ciò senza uso di droghe.
Continua a leggere

……|__….|……… …..|

Il titolo del post è uno scarso tentativo di rappresentare i pochi segnali numerici che sono riuscito ad acquisire negli ultimi 25 gg. Una specie di encefalogramma. Piatto.

Anyway… le novità, per quanto a voi poco intaccanti la personale quotidianità, sono:

  • io e Konstantina abbiamo sbaraccato dal precedente appartamento condiviso, in uno per i fatti nostri, un filino più upperclass, un filino meno decentrato. Molto, ma molto bello.
  • la bellezza e la comodità da una parte si paga dall’altra e “surprise, surprise”, indovite un pò, “The curse of the lost connection”, cosa che credevo essere topologica e tipologica del terreno italiano e localizzata in Pero, si è manifestata in tutta la sua idiozia con qualche dipendente tedesco della T-Telekom.
    Dopotutto il caro modem integrato torna sempre utile, c’ha il suo fascino sentire pppppiiirrrrr ptptptptptptpprrrrrr e poi non riuscire ad aprire nemmeno il sito del Corriere perchè quelle merde di pubblicità in Flash appaiono ovunque.
    Questo è il meno però. La parte grave è che sono indietro con Lost di 2 dico DUE puntate, ora che il season finale sta per fare la sua apparizione.
  • io e la DonnaPiùBellaDelMondo abbiamo noleggiato un furgone da Europcar, un bellissimo Mercedes Benz Vito 111 CDi. La parte di me dedita al mondo dell’edilizia ha manifestato tutta la sua gioia nel desiderio di voler comprare lo stesso esatto furgone quando la Clio, a tutt’oggi 127 mila chilometri (di cui 30 mila in 8 mesi), ci lascerà. Spero non in autostrada, con un preavviso almeno.
  • ho realizzato che bucare un muro sembra facile, è facile, ma i tasselli di plastica ti tradiscono quando non devono.
  • ho intimamente desiderato che la tecnologia moderna trovi una soluzione al peso indecente delle lavatrici.
  • ad una distanza di 1100 chilometri, i centri IKEA sono esattamente identici, con l’unica differenza che se vai ad Hannover il sabato alle 11 è come andare a Padova il mercoledì mattina nella prima mezz’ora di apertura. L’inverso non è realizzabile o contemplato dalla pacatezza teutonica.
  • la Gericom produce laptop malamente ingegnerizzati, questo provato dal fatto che è da dementi mettere un Pentium 4 a 3 GHz con un dissipatore in rame lamellare in configurazione radiatore, a fianco al chip della scheda video e, nel retro della piastra, la memoria video, la quale è allegramente andata a zoccole e rende il computer un pochino instabile (per non dire inaffidabile). E poi i Mac costano di più. Come no.
  • le macchine per fare il pane, fanno un signor pane.
  • spero che il router di 1&1 arrivi presto, altrimenti io farò un dio pane.