……|__….|……… …..|

Il titolo del post è uno scarso tentativo di rappresentare i pochi segnali numerici che sono riuscito ad acquisire negli ultimi 25 gg. Una specie di encefalogramma. Piatto.

Anyway… le novità, per quanto a voi poco intaccanti la personale quotidianità, sono:

  • io e Konstantina abbiamo sbaraccato dal precedente appartamento condiviso, in uno per i fatti nostri, un filino più upperclass, un filino meno decentrato. Molto, ma molto bello.
  • la bellezza e la comodità da una parte si paga dall’altra e “surprise, surprise”, indovite un pò, “The curse of the lost connection”, cosa che credevo essere topologica e tipologica del terreno italiano e localizzata in Pero, si è manifestata in tutta la sua idiozia con qualche dipendente tedesco della T-Telekom.
    Dopotutto il caro modem integrato torna sempre utile, c’ha il suo fascino sentire pppppiiirrrrr ptptptptptptpprrrrrr e poi non riuscire ad aprire nemmeno il sito del Corriere perchè quelle merde di pubblicità in Flash appaiono ovunque.
    Questo è il meno però. La parte grave è che sono indietro con Lost di 2 dico DUE puntate, ora che il season finale sta per fare la sua apparizione.
  • io e la DonnaPiùBellaDelMondo abbiamo noleggiato un furgone da Europcar, un bellissimo Mercedes Benz Vito 111 CDi. La parte di me dedita al mondo dell’edilizia ha manifestato tutta la sua gioia nel desiderio di voler comprare lo stesso esatto furgone quando la Clio, a tutt’oggi 127 mila chilometri (di cui 30 mila in 8 mesi), ci lascerà. Spero non in autostrada, con un preavviso almeno.
  • ho realizzato che bucare un muro sembra facile, è facile, ma i tasselli di plastica ti tradiscono quando non devono.
  • ho intimamente desiderato che la tecnologia moderna trovi una soluzione al peso indecente delle lavatrici.
  • ad una distanza di 1100 chilometri, i centri IKEA sono esattamente identici, con l’unica differenza che se vai ad Hannover il sabato alle 11 è come andare a Padova il mercoledì mattina nella prima mezz’ora di apertura. L’inverso non è realizzabile o contemplato dalla pacatezza teutonica.
  • la Gericom produce laptop malamente ingegnerizzati, questo provato dal fatto che è da dementi mettere un Pentium 4 a 3 GHz con un dissipatore in rame lamellare in configurazione radiatore, a fianco al chip della scheda video e, nel retro della piastra, la memoria video, la quale è allegramente andata a zoccole e rende il computer un pochino instabile (per non dire inaffidabile). E poi i Mac costano di più. Come no.
  • le macchine per fare il pane, fanno un signor pane.
  • spero che il router di 1&1 arrivi presto, altrimenti io farò un dio pane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *