Misere oleose soddisfazioni

Io non sono un estremo conoscitore delle discipline motoristico meccaniche. Diciamo che so da che parte prenderle, ma non vado molto oltre.

Per i motivi di cui al post precedente, un minimo di manutenzione torna sempre utile. La cosa strana della manutenzione automobilistica, è che spesso, una volta fatta, rimane quel sapore di “si, bhè… un pò meglio, ma a me sembra uguale”.

Meglio sia stata fatta, percarità, ma spesso mi sono trovato di fronte a situazioni in cui a fronte di un problema/rumorino/dubbio che chiameremo “A” di costo X, una volta portata la Clio dal meccanico, l’entità A si trasforma in B che si solito ha un fattore moltiplicativo del costo variabile tra il 10 e il 30.

Appunto, corretta l’entità problematica B, pagata profumatamente, ti aspetti quasi ti avere la stessa sensazione di aver comprato una macchina nuova.

Invece, lei, è sempre la stessa, anzi…

Esempio porti l’auto a cambiare l’olio e ti paventano una rumorosa ma sopportabile anomalia all’artenatore. Ovviamente di lì a poco l’alternatore andrà a zoccole.

Porti l’auto a cambiare l’olio, qualche decina di migliaia di kilometri dopo e ti dicono che il nuovo rumore è la pompa dell’acqua, aggiungendo la fatidica “…la cinghia (di trasmissione) sembra avere qualche crepa, la cambiamo”? No. Sarebbe la quarta e non costa poi così poco. Lasciamo stare pure la pompa dell’acqua per ora.

Mentre ti stappano la coppa dell’olio come uno spumante, per allietare l’attesa ti dicono con fare noncurante i rischi della rottura della pompa dell’acqua.

E’ lì che, in preda al panico, ti fai cambiare la pompa dell’acqua.

In questo caso, B costa molto di più del cambio dell’olio.

Un giorno, in Germania, senti uno strano rumore quando freni, dopo che la Clio sosta regolarmente per giorni e giorni inutilizzata nel parcheggio del Max Plank Institute, fregiandomi indegnamente di una possibile carica di ricercatore all’interno dello stesso.

Dici: i tedeschi non ti inculano come in Italia, non può essere. Dici: vado lì, la faccio vedere e/o ascoltare e visto che ci sono, dopo altre svariate migliaia di kilometri, mi faccio pure cambiare l’olio.

Tanto ormai cinghia, alternatore e coppa dell’olio sono assolutamente nuovi. Se vogliono cambiarmi il motore, la lascio lì.

Succede che i tedeschi sono precisi. Ti dicono che i freni vanno che è una bellezza, ma c’è il “radlager” che andrebbe cambiato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *