L’estate sta finendo

Con un titolo di una banalità dilangate, ritorno a scrivere male, poco e stupidamente.

Se non altro per ricordare a me stesso che ho un blog/sito che sarebbe ora di usare a dovere, ma lo sappiamo tutti che la raffinata arte del procrastinare è l’unica cosa che regna sovrana.

La cosa non procrastinabile però, salvo eventi non dipendenti dalla mia volontà, sono gli esami.

Dopo averne eliminati due negli ultimi 2 mesi e aver passato una tranquilla estate ad alte latitudini, scendendo poi per evento “paella in Svizzera”, mi ritrovo a dover lasciare per qualche mese la mia vita tedesca con Konstantina per dare un taglio netto all’Università.

Perchè io quando mi scelgo le rogne, le scelgo bene, ma anche se così non fosse loro hanno una predilezione maniacale per me.

Alla fine della fiera resta un trimestre denso di eventi all’orizzonte, condito da un interessante progetto da realizzare su ARM9 come tesi finale. Ho detto finale?! La fine?!?! Vedo la Fine!!! La luce, l’uscita.

LE CAVALLEEEETTE!!!!

Un progetto da ben 18 crediti mi alleggerisce di ben due esami l’agonia, senza passare dal via. Ma dato che tutto è andato troppo liscio, prevedo delle fregature di magnitudo sostanziale.

Ecco perchè dato che non posso fare uso di droghe e alcool, mi diletto nel costruire un pc/decoder satellitare con pezzi di ricambio per poi scoprireil canale TV più bello della storia.

BahnTV

Perchè? Perchè tolti i meravigliosi documentari a sfondo ferroviario che ti fanno capire come potrebbe essere più bello il mondo senza Trenitalia (e vi ricordo che sarei un amante dei treni se appunto non fossero stati deturpati da una gestione indecente e demenziale quale quella italiana), c’è l’apoteosi del feticismo sul binario: “Bahn TV in Fahrt”.

Avete presente l'”Intervallo”? Quelle attese tra un programma e l’altro, corredate da musica classica con immagini di ogni angolo d’Italia oggi impensabili a causa della pressione pubblicitaria? Bene.. i tedeschi sono andati anche stavolta oltre.

La trasmissione è composta da una telecamera fissa fronte locomotiva in viaggio. Fine.

No commenti o audio aggiunti. Il programma “Bio” della TV moderna. Solo, ogni tanto un testo che scorre dicendo la stazione in cui stiamo arrivando e la stazione finale d’arrivo. In sottofondo i rumori del treni, scambi, commenti (pochissimi) dei macchinisti e paesaggio. Fine. Per ore.

La genialità sta però nel rapporto temporale 1:1. Nel senso che non vengono saltate le pause alla stazione dovute ad un semaforo rosso ad esempio. Se il treno è fermo, si sta fermi. Se corre, si corre. Se si fanno i 23 km/h, si fanno quelli e stop. Puntate su Astra la vostra parabola e buttate nel cesso Sky.

A parte questi gioielli televisivi, poi si trova lo Chef Tony in spagnolo oppure mi sparo serie TV accuratamente archiviate in tempi passati che per qualche motivo riaffiorano (mi riferisco a Heroes, visto brevemente in italiano, mi ha dato il via per la versione originale).

In merito a quest’ultimo, mi permetto di segnalarvi che se vi intrigano i super poteri, a mio avviso è meglio “4400”, più affascinante forse pure, ma in un contesto globale la produzione di Heros è qualcosa che vi incolla allo schermo ed è decisamente più adrenalinico (alti e bassi di tensione, thrilling e comicità, non sai mai a quale altra situazione andrai a vedere nella prossima scena) del precedente, senza menzionare una valutazione prettamente cromatica che da Heroes la vittoria.

Uh.. basta basta, ho scritto troppo, poi prendo troppi soldi da AdSense e non so dove metterli!
A presto.

Un pensiero su “L’estate sta finendo

  1. V@le

    …e un anno se ne va! STAI diventando grande, lo so che non TI va!
    ghghgh dai l`ultimo sforzo e poi emigri definitivamente in Crucchia da laureato!….pizzaiolo magari ma LAUREATO! eheheh ah se ti serve un aiuto cuoco sai come contattarmi! 😛

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *