La tempesta prima della calma

D’accordo, dovrei farvi vedere tonnellate di foto del matrimonio, ed infatti è quello che farò a breve. Converrete con me che è un pelino più complicato organizzare e scegliere 1000 e rotte foto, no?

Bene, allora nella felicità dell’evento, liquido subito l’altro evento, drammatico questo, che mi ha visto protagonista, cioè la scomparsa improvvisa della Clio.

A vederla sembra ancora nuova e capace di fare altri 170 mila chilometri come aveva già fatto, ma non è così.

Potrebbe farlo se ci fosse un altro motore. O se venisse rimontato il suo, sistemando il terzo cilindro che non ho ancora ben capito cos’ha avuto, ma di sicuro non è un cazzo bello da come me lo presentava il meccanico. Io l’ho visto tutto bruciato e mi sono sentito dire che il motore non ha più compressione.

Se volete lasciarle un ultimo saluto (o consiglio, perchè è sempre lì in parcheggio), ve ne sarò grato.

Le foto le potete vedere qui.

Dopo qualche giorno dalla consegna delle targhe, credo farà già capolino la Mazda5.


PS: So dalle statistiche che c’è un officina Renault che legge questo blog. Lo so che la situazione è disperata e tra 10 gg le targhe verranno consegnate, ma se niente niente c’è un’idea in più, ben lieto di sentirla.

Un pensiero su “La tempesta prima della calma

  1. V@le

    un saluto alla fantomatica clio firmata brunetti, in memoria dei viaggi verso la saletta prove, stracarica di ampli,chitarre e quant’altro…con i sedili al profumo di kebab! rest in peace…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *