Archivi categoria: Weeds

Little boxes, on the hillside…

Varie ed eventuali

Se vi fosse sfuggito:

  • Weeds è ricominciato.
  • Boris, la “fuori” serie TV italiana, è brillante e si guarda con gusto. Finalmente anche da noi fanno cose criterio e qui il criterio è essere caustici! (“occhiiiii del cuoooore” o ancora meglio “cagna… cagna maledetta….”)
  • L’HTC s620, smartphone da me acquistato su Ebay allo scopo potermi dotare di navigatore (e conseguentemente uscire da città quali Francoforte senza grossi problemi vagare come un coglione a caso nel bel mezzo di una città totalmente in festa con gente per le strade, quest’ultime, le strade, chiuse e deviate), si comporta molto bene.
  • Ringrazio tutti quelli che cercando “Ronfi”, continuano ad arrivare in questo blog che tutto sommato non fornisce molte informazioni, ma diffonde molto amore in compenso. Grazie per i commenti, cercherò di non deludervi prossimamente.
  • Altrettanto faccio per quelli che cercano Paul Gilbert (ma non commentano).
  • Poi non vi dico cosa altro cercano: alcune search string sono incredibili (e non si commentano).

Serie (ma divertenti) TV

Allora, intanto buon Natale, così mi tolgo dalle balle le convenzioni e metto sul piatto pure gli auguri per le prossime feste.
E siamo apposto.

Con le feste natalizie mi sono creato una nicchia in camera mia e dato che ormai il fuso orario di Boston non riesco a perderlo, mi sono messo in pari con le varie serie TV a cui mi sono legato in questo periodo.

Per “Lost” mi ero già regolato e attendo trepidante la prossima puntata a Gennaio 2006.
Per “Joey” mi sono guardato la combo del viaggio a Tijuana e il party di natale senza sottotitoli, tanto ormai ho preso l’andazzo.
“My name is Earl” pure. Dopo le prime puntate, va giù liscio ed è un crescendo di finezze citazioni e tagliente umorismo. Guardatevelo. Imbattibile la seconda puntata quando Randy (il fratello di Earl) procura una cassetta con un audio corso per smettere di fumare, così da permettere ad Earl di sopperire alla voce 102 della sua lista “Persone a cui ho fatto del male per fumo passivo”. Il flashback a seguire è oltraggiosamente caustico! 🙂

WeedsLa cosa seria protrattasi in questi 3 giorni di feste (in realtà c’ho messo una decina di ore) è stato finire di guardare “Weeds”, la quale (serie) avevo più volte iniziato. Mi sono fatto un bel DVD con tutte le puntate, rinominate, ordinate, i sottotitoli con lo stesso nome del file video.
Si..
peccato che BSPlayer si accontenti di più file “sottotitoli” con lo stesso prefisso, mentre il mio lettore divx no.

E “Weeds” non è proprio “easy listening” come Joey. Soprattutto quando partono con lo slang della famiglia “fornitrice”!!
Ma è bello, bei colori, bella storia, ipocrisia zero e un pò di sano cinismo. Ed infine lei, Mary-Louise Parker bravissima e con uno stupendo sorriso. Riesce ad essere dolce e sorniona, sarcastica e debole allo stesso momento. Eccellente nella sua parte.

Ma ce l’ho fatta a vederle tutte e il finale è una cosa…
La qualità cristallina di certi encodings mi fa venir voglia di scaricare serie TV a manetta, ma ci pensa la Telecom a sedarmi la voglia tenendomi ancora senza ADSL. Anche se a Carbonera è arrivata.
Mi vendicherò!